Come abbinare i lampadari moderniCome aCome a

lampadariOgni anno le grandi firme danno vita a lampadari moderni pronti per essere scelti ed acquistati da chi necessita di una fonte di luce stupenda per casa propria o per la propria attività commerciale. In realtà i lampadari moderni rimangono più o meno sempre gli stessi, non ci sono grandissime novità in questo campo, il genere è uguale cambia solo qualche piccola particolarità, come la forma, il colore, la grandezza che a volte fanno la differenza.

Una stanza molto grande, che si trovi in una casa o in un ufficio, può richiedere la presenza di più di un lampadario: ma come si fa a sceglierli?

Chi ha arredato la stanza nell’immagine non ha avuto dubbi: ha voluto infatti mantenere una profonda armonia organica, non solo tra i lampadari, ma anche tra gli altri complementi per l’illuminazione presenti, ossia faretti (è tutto molto “pulito”, molto essenziale, per cui non ci si è concentrati su applique, lampade da terra o lampade da tavolo).

I lampadari presenti nella foto sono quindi tutti dello stesso modello e dello stesso colore, perché in realtà concentrano l’attenzione sul punto luce che non sul complemento (sebbene il metallo di cui sono fatti sia un dettaglio di arredamento non di poco conto). C’è però chi decide di installare lampadari molto differenti nello stesso ambiente.

La questione, intanto, sorge solo qualora la stanza sia “composta”, ossia come se non si tratti di una singola stanza ma di più ambienti uniti, come per esempio un soggiorno – cucina. In questo caso, ogni singolo elemento può essere caratterizzato con un lampadario differente, ma sempre senza eccedere in questa differenza, col rischio che diventi discrepanza, poi disarmonia e infine caos senza senso.