LA LAMPADA MODERNA SPUTNIK E LE PASSIONI DI JULIE

La lampada moderna Sputnik è tutto tranne che una lampada come le altre. L’autrice della lampada moderna è una giovane – e bellissima – designer francese, Julie Lansom. Julie, fin da piccola, ha due grandi passioni: la fsputnikaotografia e la natura. Da qui nasce il desiderio di dedicarsi al mondo delle lampade moderne di design. Viaggiare e fotografare le permettere di conoscere la natura  e dunque di mettere in gioco la sua immaginazione a partire dal ritrovamento di materiali spesso inediti. La sorgente di ispirazione per la nostra la lampada moderna Sputnik,  è arrivata in Julie Lansom  – come il nome della lampada moderna può suggerirvi – dal primo satellite russo inviato nello spazio nel 1960.  La designer racconta che è nata per l’enorme fascino che in lei ha da sempre suscitato la terra e la luna, e per l’incredibile evento che deve essere stato per tutta l’umanità, la diretta dello sbarco dell’uomo sulla luna. La lampada moderna viene realizzata in materiali molto originali, legati insieme in maniera unica: si tratta di legno, lana e cotone che viene intrecciato a mano. Tutti materiali, come abbiamo visto, assolutamente naturali. La collezione di lampade moderne Sputnik è pensata per avere tantissime misure e colori diversi, e comprende anche differenti versioni, come quella a sospensione o la lampada da terra o da tavolo. Va infine ricordata l’attenzione all’ecosostenibilità che la designer insegue nelle sue creazioni. Non è esatto dire che i suoi due interessi sono natura e fotografia. E’ meglio dire che per Julie la natura viene prima di ogni altra cosa, e che per il suo rispetto la designer usa solo materiali eco friendly che possano essere facilmente recuperati.

Una curiosità sulla designer della lampada moderna Spuntnik: Julie, tra i tanti soggetti, predilige i paesaggi di città così come location incontaminate e suggestive. Ed ama poi fotografare volti di persone, siano essi allegri o tristi. La fotografia è per lei fonte di ispirazione ma anche indispensabile poichè, così dice, ha una memoria davvero labile!

FONTE: Corriere Living

 

 

Leave a Reply