CASSIOPEA: UN LAMPADARIO MODERNO DAVVERO STELLARE!

Cassiopea è un lampadario moderno che si distingue per qualità e forma.

Una serie di cerchi disegna una figura ad anelli che sembra rimanere sospesa nello spazio.

Il lampadario moderno CASSIOPEA trae la fonte di ispirazione della struttura, composta da tante piccole luci, nella costellazione Cassiopea, una costellazione tra le più caratteristiche e più riconoscibili del cielo settentrionale.

Il nome Cassiopea, a cui è dedicata la costellazione, prende a sua volta spunto da una figura della mitologia greca.

Cassiopea era una delle leggendarie nereidi, ninfe del mare figlie di Nereo.

Cassiopea, per vanità, fu punita dal dio del mare che la costrinse, secondo quanto narra il mito, a sacrificare la figlia Andromeda a un mostro mandato da Poseidone a devastare le città.

Grazie all’intervento di Perseo la fanciulla fu salva, e gli antichi vollero ricordare la vicenda, attribuendo a lei e al marito il nome di due costellazioni celesti, le uniche, tra l’altro, poste l’una accanto all’altra.

Gli autori classici scrivono il suo nome Cassiepea, ma gli astronomi usano la forma Cassiopea.

Il design originale, e l’illuminazione efficace, diffusa e intensa, rendono il lampadario moderno un perfetto elemento d’arredo, a dir poco “stellare”!

 

PROFILO AZIENDA

PATRIZIA VOLPATO: “Nuove forme di luce”

La tradizione artigianale del vetro di Murano, rafforzata da una creativa ricerca sulle tendenze della luce e dell’arredo moderno, è l’anima del catalogo di lampade di Patrizia Volpato, azienda veneziana che da oltre 20 anni è uno dei marchi più apprezzati nel settore dell’illuminazione d’interni per qualità e professionalità. Le lampade Patrizia Volpato hanno nel vetro di Murano il materiale privilegiato, disegnano forme decorative e innovative impreziosite da una lavorazione di ferro, cristallo e oro che utilizza esclusivamente tecniche non industriali in tutti i suoi passaggi. Dalle fusioni in metallo cromato o anticato alle finiture in foglia oro, dal vetro soffiato da esperti maestri alle piastre colate a mano e decorate con graniglia di vetro, ogni dettaglio di Patrizia Volpato rivela un’artigianalità inconfondibile. “Le nostre collezioni sono pensate per sorprendere con la loro raffinata concezione e con il gusto del dettaglio”, afferma Patrizia Volpato, designer dell’azienda, che lei stessa dirige assieme al figlio Loris. “Facciamo dell’originalità e della creatività le nostre caratteristiche progettuali, dell’affidabilità e della credibilità i nostri obiettivi operativi”. Attenzione alla qualità del prodotto e cura dei materiali, dunque, sono il segreto del successo di Patrizia Volpato, cui si aggiunge una forte presenza commerciale sul territorio italiano, con punti vendita selezionati e di alto livello qualitativo in tutte le regioni. È rinomata l’attenzione di Patrizia Volpato al servizio: tempestività nelle consegne, affidabilità e assistenza post vendita sono da sempre riconosciute da una clientela che, a sua volta, ripaga l’azienda con una fedeltà non comune. Patrizia Volpato, però, vuol dire anche flessibilità di produzione e apertura totale ai gusti e alle richieste dei clienti, per i quali lo studio tecnico dell’azienda veneziana progetta soluzioni personalizzate e su misura. Le collezioni hanno ricevuto notevoli riconoscimenti, sia in Italia sia all’estero. Tra le realizzazioni “estere”, una tra tutte ben descrive la capacità di Patrizia Volpato Lamp di tradurre arte e cultura veneziana in luce che arreda, ovvero l’allestimento della zona vip dei magazzini Harrods di Londra. Nel corso degli ultimi anni, inoltre, con lo sviluppo del 100% della rete vendita, Patrizia Volpato ha iniziato la conquista di nuovi mercati esteri emergenti, quali Spagna, Francia, Irlanda, Inghilterra, Grecia, Germania, Belgio, Austria, Olanda e Russia. Il merito di questo successo è sicuramente da attribuirsi alle ultime collezioni firmate dall’azienda veneziana, nelle quali la particolare attenzione al design ha contribuito a fare di Patrizia Volpato un riconosciuto marchio del Made in Italy nel mondo.

Leave a Reply